Pagina 142 - Abbona e Daniele srl - CATALOGO LACME 2013-222222222222222

Versione HTML di base

Poiché la tensione meccanica di una recinzione elastica FORCEFLEX sollecita solo debolmente qualche
paletto di forza, è possibile sceglierli di diametro compreso tra 80 e 100 mm circa. Inoltre, poiché la fun-
zione dei paletti intermedi non è altro che quella di mantenere costante la distanza tra ciascuna altezza
del filo, è possibile scegliere paletti in legno di piccolo diametro oppure paletti in fibra di vetro PFV. In
qualsiasi caso, scegliere legno di qualità superiore resistente all’invecchiamento. Scegliere i paletti in
legno se la recinzione non deve essere molto elastica (animali tranquilli, terreno libero e poco acciden-
tato, ecc.). Scegliere i paletti PFV se la recinzione rischia di essere sollecitata a livello meccanico (animali
selvaggi, rischio di caduta alberi. ecc.) o se la configurazione del terreno è particolarmente complessa
(rocce, forte dislivello, ecc.). Non esitare a passare da un tipo all’altro di paletto in funzione del rilievo.
142
Sistema Forceflex
Cominciare ad installare qualche palo di forza necessario: all’ini-
zio, all’arrivo, a ciascuna angolazione ed, eventualmente, ai piedi
e alle sommità dei passaggi ripidi. Sui terreni stabili, conficcarli a
circa 1 m nel terreno. Se il terreno è troppo morbido, rinforzare la
base mediante apposite
strutture (zeppe, saette).
Tirare un filo flessibile leggermente teso da un paletto all’altro.
Regolarlo al livello previsto per il filo più basso della recinzione.
Sarà utilizzato come riferimento per allineare correttamente i
paletti e verificare la distanza rispetto al terreno.
Dopo un primo tentativo per testare la natura del sottosuolo,
scegliere la profondità costante alla quale conficcare i paletti.
Con i paletti PFV, spesso sono sufficienti 30 cm per garantire un
corretto ancoraggio. Raggruppare quindi i paletti e segnalare la
profondità di inserimento e l’altezza degli isolatori.
Con l’aiuto di una mazza (per i paletti di legno) o una campana
(per i paletti PFV) conficcare uno ad uno i paletti alla profondità
costante rilevata. La distanza tra i paletti può essere portata fino
a 12 m, ma sarà necessario ridurla al passaggio di dossi o cunette
per non lasciare eccessivo spazio tra il filo inferiore e il terreno
(ad es.: 8 m). Tutti i paletti devono essere conficcatiperpendi-
colarmente rispetto al terreno. Pertanto, quelli posizionati sulla
pendenza non saranno verticali!
Nelle cunette, la pressione verticale ascendente esercitata dal
filo sul paletto rischia, in caso di paletto PFV, di estrarlo dal
terreno. In questo caso, è necessario installare un paletto
speciale chiamato PFV W, le cui aste all’estremità, una volta
inserito nel terreno, agiscono da ancoraggio. Aprire le aste e
inserire il PFV W 15-30 cm più in profondità rispetto agli altri
paletti PFV. Quindi, regolare in altezza il paletto in modo da
garantire il corretto ancoraggio nel terreno.